Più spumeggiante di così non avrebbe potuto iniziare. La prima edizione del 2013 de La Domenica in Contea non ha tradito le aspettative. Gli artisti ospiti ci hanno lasciato una scia musicale e energetica di grande livello.Anna Fattori

Ma non si potrebbe capire l'entità della giornata se non la si contestualizzasse nella condizione atmosferica e al tempo stesso, magica, del luogo che l'ha ospitata. Quando sabato Anna Fattori (Facebook) ci ha raggiunto in agriturismo, fuori infuriava (nel vero senso letterario del termine) la bufera: si annunciava un tempo da lupi che per noi era più da cani visto la preoccupazione che avevamo per la giornata da preparare. Ma lei ci ha incoraggiato con la sua presenza bella, forte e rassicurante. Più tardi durante la cena è uscita una chitarra ed insieme abbiamo cominciato a cantare, bimbi compresi, e abbiamo capito che nonostante tutto qualcosa di sciamanico stava accadendo. Durante la notte ci ha raggiunto, provenendo da un concerto in Abruzzo, anche Daniele Cordisco e in quel momento stava già nevicando...

 

Al mattino dopo, con un caffè in mano, la porta si è spalancata su una meravigliosa nevicata. Tutto bello, tutto ammantato di magia, ma come sarebbe andata la giornata?
Eppure ad un tratto con l'approssimarsi dell'appuntamento, prima timidamente e poi con forza, si è spalancato il cielo ed un sole caldo e riflettente ci ha salutato.
A quel punto è stato tutto un salire di vivacità, partecipazione e grazia.

Daniele CordiscoLa scaletta di Anna e Daniele prevedeva un giro dentro il jazz e la loro esibizione è stata corrispondente alle attese: ottime intuizioni, decise improvvisazioni sui temi e una intesa gestita da poche occhiate e da tanto orecchio. La voce di Anna è stata a tratti incantevole: capace com'era di estendersi e di rallentare senza mai strafare o tentare di convincere; elegantemente melodiosa, quanto puntuale e ritmica. Alla fine un bellissimo applauso mentre, fuori, i bambini si rotolavano e si tuffavano lanciandosi valanghe di palle di neve con i figli di alcuni avventori che ci avevano raggiunto anche da Viterbo attraverso amici comuni. Pure loro presi felicemente in contropiede da un evento simile in...montagna.
Inoltre come succede nella migliore tradizione musicale e jazzistica in particolare, ciliegina sulla torta, il nostro carissimo amico e compositore blues Luca Mattioli, che ci ha sempre incoraggiato e sostenuto rispetto a questo evento domenicale, ha ingaggiato una jam session con Daniele aggiungendo un ricordo caloroso al calore già alto di tutto lo spettacolo.
Fuori intanto si era verso il tramonto, e sulla neve brillava un rosa delicatissimo proiettato dalle nuvole mentre un celeste cremisi si stagliava leggero, quasi rinascimentale.
Era l'ultimo saluto di un cielo che ci ringraziava per l'armonia donatagli ricambiandoci con la sua semplice, delicata bellezza...

Anna e DanieleAnna e Daniele in azioneAnna e Daniele in azioneLa location