Anche il capodanno 2013 è passato. Avevamo predisposto un pacchetto vacanza che comprendeva una serie di attività che coinvolgevano anche gli ospiti e......ci siamo divertiti.

Tutto è cominciato Sabato 29 dicembre. Nel pomeriggio Diego ha tenuto, in palestra, una mini conferenza d'introduzione alla Medicina Tradizionale Cinese seguita da una breve dimostrazione del massaggio cinese Tuina.

Dalla palestra ci siamo trasferiti in cucina dove Cristina ha iniziato, insieme agli ospiti, il processo di panificazione partendo dalla Pasta Madre che utilizziamo per preparare il nostro pane: l'attività ha visto protagonisti grandi e piccini. Si trattava del primo impasto che va fatto riposare una notte intera prima di essere preparato per la lievitazione naturale.

Primo impasto

Il giorno dopo, Domenica 30 Dicembre, il gruppo ha proceduto con l'impasto principale in previsione dell'informata del pomeriggio. La giornata è trascorsa tranquilla fino alle 17 quando è iniziato il laboratorio di teatro condotto da Stefano. Ci siamo nuovamente trasferiti in palestra dove Stefano ci ha fatto provare l'ebbrezza del "recitare" utilizzando alcuni giochi molto coinvolgenti e simpatici. Una bella esperienza.

Maestro  Allievi

 

 

 

Dopo il teatro, serata con pizza multicolor preparata direttamente dagli ospiti e pane appena sfornato con l'olio nuovo.

Pizza multicolori  Distribuzione

Lunedì 31 Dicembre al mattino è stata la volta della passeggiata sui monti della riserva naturale. Siamo saliti in cima al Monte Nebbiaio da dove abbiamo potuto ammirare un paesaggio che spaziava dalla catena del Gran Sasso tutto innevato, al lago di Bolsena ai monti dell'Argentario e all'isola del Giglio.

Nel pomeriggio l'appuntamento è ancora all'interno della palestra dove Elisabetta, Simona ed Alessandro hanno allestito uno spettacolo di burattini per grandi e piccini. Racconti, giochi di ombre, musiche e burattini si sono alternati sulla scena riscuotendo un grande successo.

Senza accorgersene è arrivato il momento del cenone di San Silvestro.

Cenone

A mezzanotte è stato il momento del falò nel quale ogni ospite ha bruciato, simbolicamente, il "brutto" del vecchio anno. I desideri ed i buoni propositi per il nuovo anno sono stati scritti su un biglietto che ciascuno ha seppellito in attesa che diano buoni frutti.

Lapilli

Il giorno successivo baci, abbracci e scambio di saluti con gli ospiti che, a La Contea degli Angeli, diventano parte del gruppo.

 

Arrivederci ad un altra occasione.